Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

mercoledì 25 maggio 2016Aggiornato il:

Come organizzare un viaggio in Corea del Sud

L'estate si avvicina e mi stanno arrivando un sacco di mail. Sono felicissima di rispondere singolarmente ad ogni domanda, ma ho pensato che potrebbe essere utile stilare delle mini-guide dove inserire quante più informazioni riesco.

Si basano sulle mie esperienze e spero che saranno utili. Le ho chiamate "Le guide di Gattosando Viaggiatore" e dato che sono impegnative da scrivere dovrò impegnarmi parecchio per pubblicare il più presto possibile la prossima. 

Per ora ecco la prima, dedicata alla Corea del Sud.




gattosandro viaggiatore


Come organizzare un viaggio in Corea del Sud
Mini-guida con info pratiche e itinerario di viaggio in Corea del Sud







ARRIVO IN COREA



Il mio primo consiglio è di acquistare il biglietto aereo con parecchio anticipo, o comunque appena trovate una buona offerta. Monitorando i prezzi potrete trovare voli sui 500 € in estate e sotto i 500 € in bassa stagione.

Non è necessario richiedere il visto. All'arrivo in aeroporto bisogna seguire la normale procedura di immigrazione per il visto sul passaporto.

L'aeroporto di Incheon è collegato a Seoul con un servizio ferroviario puntuale ed efficiente. In base alla zona in cui avete l'albergo potete scegliere fra due opzioni:

- Express train (diretto Incheon - Seoul Station) 43 minuti - KRW 8,000 adulti - 6,900 bambini
- All-stop train (ferma in 12 stazioni intermedie prima di arrivare a Seoul Station) 58 minuti -  Il costo del biglietto si calcola sommando la Tariffa di bas (KRW 1,250) alla distanza (il massimo che si può spendere è 4,150 KRW).

I treni sono collegati alle linee metro di Seoul (qui la mappa).

In estate il CLIMA è caldo, io ho trovato qualche giornata di pioggia in cui la temperatura è scesa parecchio. In generale le stagioni sono simili alle nostre.

Non preoccupatevi troppo per LINGUA. I cartelli generalmente sono scritti in doppia lingua e sono tantissimi i coreani che parlano inglese.

Una stazione Metro di Seoul




DOVE DORMIRE

Torna all'inizio

Per il mio viaggio in Corea mi sono affidata alle strutture trovate su booking.com. Mi oriento sempre su sistemazioni con prezzi abbordabili, in posizioni centrali o comunque vicine ad una stazione metro o ferroviaria, con recensioni positive e verificate.

Le mie scelte:

  • SEOUL
Kimchee Guesthouse Myeong-dong (ora si chiama Myeongdon Town Guesthouse)
35-16, Supyo-dong, Jung-gu, Seoul
Ostello abbastanza economico e carino con una bella terrazza sul tetto da cui si vede la N Seoul Tower. La stanza (doppia con bagno privato) è minuscola ma c'è tutto, persino una piccola scrivania.
La posizione è ottima, vicino alla metro e a due passi da Cheonggyecheon (il fiume che divide il centro di Seoul).

Come arrivare: Metro Line 2 Eujiro 3-ga Station exit 2 (prendi Supyo-ro verso destra e dopo pochi minuti trovi l'ingresso vicino ad un negozio di sanitari, di fronte alla banca).

Beewon Guest House
28-2 Unni dong, Jong-ro gu, Seoul
Ostello molto carino con stanze abbastanza spaziose. Il personale è gentilissimo e ci sono due gatti che abitano nella struttura. Piccolo appunto: un sacco di zanzare e moschini nelle stanze.

Come arrivare:
a) Metro Line 3 - Anguk Stn exit 4 (Proseguire sul corso, girare a destra in Donhwmun-ro e dopo KB Bank a destra)
b) Metro Line 3 - Jongno3 Stn exit 7 (Proseguire dritto fino a KB Bank e girare a sinistra)
c) Dall'aeroporto Limousine Bus n°6011 Fermata 5B/12A


  • GYEONGJU
Gyeongju Homo Nomad Guesthouse
61-8 Cheomseong-ro, Hwangnam-dong,Gyeongju, Gyeongsangbuk-do
Stupenda casa tradizionale coreana dove ho dormito in una camera matrimoniale coreana con riscaldamento a pavimento (ondol) e materassi tradizionali (yo). In tutto le stanze sono solo 5, si può prenotare anche solo il posto letto in dormitorio da 6 letti ma è sempre pieno quindi conviene muoversi con un certo anticipo. Cucina attrezzata, grande sala comune e bagni condivisi (in cortile).

Come arrivare: tutte le indicazioni sul loro sito.


  • BUSAN
Angel Hotel
223-2 Bujeon 2-Dong, Jin-Gu, Busan
Albergo molto carino con camere spaziose e letto comodo in una zona di Busan davvero bella e piena di locali e ristoranti. Assolutamente consigliato.

Come arivare: Metro Line 1 Station Seomyeon (n°119) exit 2 (proseguire sul corso lasciandosi la stazione alle spalle, girare alla terza via a sinistra e poi alla terza via a destra).


  • JEONJU
Hongranmiduk (HANOKSTAY)
8, Choemyeonghui-gil, Wansan-gu, Jeonju-si
Abitazione tradizionale con cortile interno nel cuore dell'Hanok Village, immersa in un'atmosfera da sogno. Camera tradizionale coreana con porte e finestre scorrevoli in legno. Zona pranzo con tavolino basso e cuscini. Riscaldamento a pavimento tradizionale e aria condizionata. La porta della camera viene chiusa con un lucchetto a combinazione.
Quando arrivate, entrate nel cortile. Se non c'è nessuno ad aspettarvi usate il telefono vicino al distributore d'acqua calda: la proprietaria parla inglese e verrà subito a portarvi le chiavi.

Come arrivare: Autobus 79 per 6 fermate. L'Hanok Village è quasi totalmente pedonale, se arrivate in taxi fatevi lasciare all'ingresso est lungo la strada principale.
La mappa di Jeonju è qui.


Hanok a Jeonju - Particolare dell'ingresso rialzato e delle statue in pietra.






ITINERARIO E SPOSTAMENTI

Torna all'inizio

SEOUL - arrivo in aeroporto, trasferimento in albergo e visita città - 3 notti
GYEONGJU - 3 notti
BUSAN - 4 notti
JEONJU - 2 notti
SEOUL - 2 notti e rientro in Italia



  • SEOUL 서울 → GYEONGJU 경주 (in Autobus - 344 km - 3h45m)

Dove: Seoul Express bus terminal
Come: Metro Line 3/7/9 Express Bus Terminal Station

In base all'orario ci sono tre diversi tipi di autobus, "General" "Express" "M/Express"
Per la tratta Seoul-Gyeongju le tariffe sono:
General 20,400 won - Express 30,300 won - M/Express 33,300 won

Dopo aver fatto il biglietto funziona un po' come in aeroporto: sul biglietto c'è il gate e il numero dell'autobus da prendere. Vi verrà controllato quando salite sul bus, perciò non vi preoccupate, non c'è pericolo che vi sbagliate.
Il viaggio è confortevole, e a metà strada viene fatta una sosta di circa 15 minuti in un autogrill per andare in bagno e/o mangiare qualcosa.


  • GYEONGJU 경주 → BUSAN 부산  (in Autobus - 63 km - 1h10m)

Dalla stazione degli autobus di Gyeongju partono pullman per Busan ogni ora. Sul biglietto è indicato il numero dell'autobus e il posto assegnato. Il viaggio è breve, perciò non viene fatta nessuna sosta.

Per la tratta Gyeongju-Busan le tariffe sono:
General 4,800 won - Express 4,800 won - M/Express 5,200 won

Arrivate a Busan in una stazione piuttosto grande. Seguite le indicazioni per la linea metro 1 (stazione Nopo) che si collega con la linea 4, 3 e 2.


  • BUSAN 부산 → JEONJU 전주 (in Autobus - 265 km - 3h)

La stazione degli autobus di Busan si trova alla fermata metro Nopo (linea 1, la stessa in cui siete arrivati).

Per la tratta Seoul-Gyeongju le tariffe sono:
General 16,100 won - Express 23,700 won - M/Express 26,000 won

Arrivate nella stazione degli autobus di Jeonju che si trova vicino a un punto informazioni per turisti. Prendete subito una cartina della città e fatevi indicare la fermata dell'autobus per raggiungere il vostro hotel (oppure prendete un taxi, che ferma proprio lì davanti).


  • JEONJU 전주 → SEOUL 서울 (in Autobus - 203 km - 2h35m)

Nella stazione degli autobus di Jeonju, essendo piccola, gli sportelli per i biglietti sono pochi e si accede al gate scendendo una piccola rampa.

Per la tratta Jeonju-Seoul le tariffe sono:
General 12,800 won - Express 18,700 won - M/Express 20,500 won

All'arrivo a Seoul vi troverete nella stazione degli autobus che è collegata ad un immenso centro commerciale. Cercate le indicazioni per la linea 3 della metro.



→ Avendo qualche giorno in più a disposizione si può inserire nell'itinerario l'isola di JEJU, raggiungibile con un volo interno da Busan o da Seoul. Esistono anche dei traghetti notturni che in 11 ore collegano l'isola alla costa meridionale.

Nella cartina, oltre alle tappe, ho indicato anche i luoghi da visitare città per città.






COSA VEDERE

(tappa per tappa)

Torna all'inizio
  • SEOUL

Vicino alla fermata Anguk (metro linea 3) ci sono tre luoghi imperdibili, che si possono visitare nella stessa giornata: Changdeokgung Palace, Bukchon Hanok Village e Gyeongbokgung Palace.

Changdeokgung Palace
Ingresso palazzo 3,000 ₩
Huwon tour (Secret garden) 5,000 ₩
Il giardino segreto si può visitare esclusivamente con un tour privato, perciò occorre controllare gli orari in cui i visitatori sono accompagnati da una guida che parla inglese. Per questa visita bisogna pagare anche il biglietto d'ingresso del Palazzo reale (tot 8,000 ₩).

Bukchon Hanok Village
Si sviluppa su una collina ed è uno dei quartieri tradizionali di Seoul dove i residenti vivono negli hanok (abitazioni tradizionali coreane). Non è un luogo turistico tradizionale, qui la gente ci vive perciò è opportuno rispettare la privacy e mantenere un comportamento rispettoso.

Gyeongbokgung Palace
In determinate ore del giorno viene effettuato un pittoresco cambio della guardia, con bandiere e abiti tradizionali dai colori sgargianti.
Chiuso martedì - 9-18
Ingresso 3,000 ₩

Sempre nei pressi della fermata Anguk si trova il quartiere Insadong, il posto giusto dove acquistare qualche souvenir.

Un altro posto perfetto per fare acquisti o anche solo passeggiare è Myeong- dong, soprattutto verso sera quando le luci delle insegne e degli schermi illuminano le strade (Fermata metro line 4 Myeong-dong).

N Seoul Tower
Il simbolo di Seoul, si trova su una collina che domina la città. Piacevole escursione dal caos cittadino e luogo preferito dagli innamorati (il piazzale sotto alla torre è pieno di lucchetti).
10-23 Ingresso osservatorio 9,000 KRW
Metro Line 4 / 3 Chungmuro Station exit 2 + Bus giallo 02

Samsung d'light
Senza dubbio Gangnam, il quartiere pieno di grattacieli, merita una visita. E se vi piace la tecnologia non potete perdervi il Samsung d'light. Io sono rimasta a bocca aperta.
10 - 19 Ingresso libero
Metro Line 2 Gangnam Station exit 8

Seoul National Cemetery
Nel Cimitero Nazionale di Seoul sono sepolti i soldati morti durante la guerra di Corea. Può sembrare una visita un po' lugubre e malinconica, invece vi troverete in un enorme prato verde, con una scalinata che porta in cima alla collina. Il panorama è uno spettacolo.
Metro Line 1 Dongjak Station
Dalle 6 alle 18, ingresso libero

The War Memorail of Korea
Un'altra tappa controversa, specialmente considerando che la guerra mi spaventa e odio le armi. Però questo è un luogo che merita una visita, anche solo per ripassare un po' la storia.
29, Itaewon-ro, Yongsan-gu, Seoul
Metro Line 4 e 6  Smgakji Station Exit 12
Dalle 9 alle 18, chiuso il lunedì. Ingresso libero.


EXTRA:

Se avete tempo, fate una gita a Suwon, dove si trova una bellissima fortezza dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.
Il perimetro complessivo delle mura è di circa 6 km, ci sono diverse scalinate da affrontare ma se siete stanchi vi potete riposare nelle torrette da cui si gode di un bel panorama.

Suwon Hwaseong Fortress
Ci si arriva comodamente in metro da Seoul impiegando circa 40 minuti (Seoul Metro Line 1 - Suwon Station). Fuori dalla stazione, sulla sinistra, passa l'autobus per Paldalmun (ingresso sud). Contate 5 fermate e scendete appena vedete la porta nella rotonda.
C'è anche il Tourist Bus: www.suwoncitytour.kr
Oppure il trenino turistico (a forma di drago) che ferma lungo il perimetro delle mura per chi non ha voglia di scarpinare: 30 minuti solo andata, 1 ora andata/ritorno dalle 10 alle 17.50.

Se avete ancora tempo prima di rientrare a Seoul fate una passeggiata nelle vie vicino all'ingresso e perdetevi nei mercati tradizionali.

Seoul


  • GYEONGJU

Una giornata intera è da dedicare a Bulguksa Temple e Seokguram Grotto.
Ci si arriva con l'autobus 11 (passa di fronte alla stazione degli autobus e a quella ferroviaria) ci impiega un'ora scarsa e lascia nei pressi del tempio, a cui si arriva dopo una bella camminata tra gli alberi.
Dal tempio alla grotta il passaggio a piedi è più impegnativo, ci sono parecchi scalini da salire ed è abbastanza faticoso. Oppure c'è l'autobus 12 (ne passa uno ogni ora).
L'ingresso costa 4,000 won sia per uno che per l'altro.

Nel parco di Gyeongju (gratuito) si trovano alcuni tumuli (coperture sepolcrali) che spuntano come collinette dai prati. Su alcuni sono addirittura cresciuti gli alberi. Al Daeneugwon Tomb Park è possibile visitarne un paio all'interno (Ingresso 2,000 won - Autobus 10, 70).

Passeggiate per le vie pedonali del centro e se vi viene fame fate un salto al Jugang Market, dove potete trovare una vasta quantità di cibo da passeggio oppure sedervi in qualche tavola calda come la gente del posto. (295, Geumseong-ru, Gyeongju - dalle 5.00 alle 22.30)

EXTRA

Se avete tempo e volete fare un'escursione verso la costa prendete l'autobus 100 o 100-1 (ci mette circa un'ora) e godetevi il paesaggio fino a Gampo, piccolo villaggio di pescatori dall'anima semplice e il sapore di un tempo passato.


Jugang Market Gyeongju

  • BUSAN

A Busan l'attrazione principale è costituita dalle sue SPIAGGE:

Gwangalli Beach
Spiaggia libera che si anima la sera, col ponte illuminato e locali/birrerie dove ascoltare musica guardando il panorama.
Metro Line 2, Geumnyeonsn Station exit 3 (5 minuti a piedi)
oppure Gwangan Station exit 5 (10 minuti a piedi)

Haeundae Beach
La spiaggia più famosa di Busan, in estate è piena di gente e di ombrelloni, ma potete piazzare il vostro asciugamano e farvi un bel bagno tra le onde.

Metro Line 2, Haeundae Station exit 3 o 5 (10 minuti a piedi)
→ Attraversando la strada fate un giro tra le bancarelle di Haeundae Traditional Market dove si trovano anche parecchi ristorantini. 
→ Se volete restare in tema marino e magari viaggiate con bambini può essere divertente una visita al Busan Sea Life Aquarium che si trova sul lungomare.

Dadaepo Beach
Più distante ma assolutamente da vedere, soprattutto per la passeggiata lungo il mare. Questa è una spiaggia più spartana, quando l'ho visitata io c'erano un sacco di tende e un campeggio improvvisato.

Metro Line 1 Synpyeong Station exit 4 + bus 2, 11 o 338.


Dedicate una giornata a esplorare la zona che si trova tra le fermate metro NAMPO e JAGALCHI:

Metro Line 1 Nampo Station exit 1: 10 minuti a piedi e poi usare le scale mobili per salire sulla collina dove si trova Yongdusan Park. Seguite il percorso indicato dai cartelli e arrivate a Busan Tower (ingresso Osservatorio: 4,000 ₩ 9-22)

Se vi piacciono i mercati fate un salto a Jagalchi Market, dove potete anche fermarvi a mangiare pesce freschissimo nelle bancarelle che fanno anche da ristorante.
Metro Line 1 Jagalchi Station exit 10 (5 minuti a piedi)

Sempre in tema mercati e negozi, non mancate una visita a BIFF Square.
Metro Line 1 Jagalchi Station exit 7 (5 minuti a piedi).


Da non perdere:

Gamcheon Culture Village
Un villaggio da cartolina, abbarbicato sulla collina, pieno di casette colorate e di viuzze da scoprire. Se vi va di giocare, potete partecipare alla "caccia al tesoro" per raccogliere tutti i timbri dell'album che trovate all'ingresso del villaggio (vi capiterà di finire in casa di qualcuno e sarà un po' imbarazzante, ma la gente del posto vi aiuterà a trovare la strada giusta per terminare il percorso).

Metro Line1 Toseong-dong Station exit 6 (camminare per 150 metri sulla destra per la fermata del Shuttle Bus #1-1, 2, 2-2 di fronte a Cancer Center - Scendere alla fermata di fronte a Ganjeong elementary school)
La cartina si acquista nel punto informativo all'ingresso (2,000 ₩)

→ Se avete fame andate nel ristorante coreano a Gamcheon sulla via principale, vicino allo shop.
Cercate l'insegna 감내맛집 - Le ciotole di ramen sono ottime e costano dai 6,000 ai 7,500 ₩.


Gamcheon Culture Village (Busan)


  • JEONJU

Jeonju Hanok Village è una Città Slow con delle regole: è vietato fumare, sporcare, e dopo le 22 bisogna rispettare il silenzio.
L'ingresso ai cortili degli hanok è libero (sempre rispettando la privacy di chi ci abita), e i turisti sono invitati ad entrare anche nelle botteghe tradizionali.

All'interno dell'Hanok Village si trova un bellissimo tempio: Gyeonggijeon Shrine
Taejo Road Jeonju - Ingresso 1,000 KRW
Dalla stazione ferroviaria: autobus 79 o 119
Da Express Bus Terminal: autobus 5-1 o 79
Scendere alla Cattedrale Jeondong (Hanok Village)

Taejo Road termina in Paldal Street, il corso principale che porta a Nambu Market, Joongang Market, Film Street e Dongmun Art Street.
Distano tra loro circa 15 minuti a piedi.
Nei numerosi info point sparsi per Jeonju potete trovare la cartina della città.

Jeonju è famoso per il Bibimbap, un piatto tradizionale delizioso. Vi consiglio di andare da Han Kook Kwan, si trova lungo la strada principale ed è sempre pieno. Per evitare la coda andate presto.
Io ho assaggiato il Nosgeuleus Bibimbap (letteralmente il Bibimpap in ottone) servito a 65°
e il Dulgeuleus Bibimbap (letteralmente il Bibimpap su due ciotole) servito a 150°.

Per uno spuntino puntate sul Cibo da strada:
All'interno dell'Hanok Village Taejo Road e le vie limitrofe sono piene di botteghe e negozi artigianali che aprono intorno alle 10 del mattino. Ce ne sono alcuni in cui per tutto il giorno c'è sempre moltissima gente in coda, e probabilmente sono quelli segnalati dalle guide. Sono altrettanto buoni anche quelli vuoti (pare che la gente aspetti di vedere qualcuno per entrare, dove abbiamo mangiato i ravioli non c'era nessuno ma appena ci siamo seduti la bottega si è riempita).

Jeounju Hanok Village


CIBO

Torna all'inizio

Della cucina coreana avevo raccontato i piatti principali QUI. In generale posso dire che è una delle mie cucine preferite perché è saporita, irresistibile e servita in maniera estremamente elegante, con tante ciotoline disposte in maniera ordinata ad accompagnare la portata principale.

Vi riassumo i piatti che dovete assolutamente assaggiare:
- La carne alla griglia, che a seconda del taglio e del metodo di cottura si chiama Bulgogi o Galbi. Ordinate la carne da cuocere in autonomia al tavolo. Nelle vie dove sono concentrati i ristoranti di Bulgogi c'è un profumino irresistibile.
- Kimbap, la versione coreana dei sushi rolls.
- Il kimchi vi verrà servito sempre, come da noi il pane. Ha un gusto forte e piccante che dà assuefazione.
- Ramen e udon di tutti i tipi (sono molto simili a quelli giapponesi).
- Uno spuntino da strada goloso ma super piccante: Tteobokki, gnocchi di riso in salsa.
- Bibimbap, un mix di ingredienti da leccarsi i baffi.

Per quanto riguarda il bere, se volete provare qualcosa di coreano potete darvi al Makkoli (vino di riso) o al Soju (liquore di riso). Ai ragazzi piace mischiare birra e soju, io personalmente non l'ho provato ma mi sembra un po' eccessivo.

Comunque, se la sera prima avete esagerato, la mattina potete rimettervi in sesto con la zuppa Haejangguk, ovvero la cura sbornia. Trovarla è facile, cercate i ristoranti con la scritta "Hangover Soup".


Jeonju Bibimbap


Qui trovate la versione in PDF

Spero che questa guida vi sia utile, nel frattempo, se volete approfondire, questi sono i link ai miei post sulla Corea del Sud:

- Il riepilogo del mio viaggio in Corea
- Il diario di viaggio giorno per giorno
- Tutti i miei post sulla Corea del Sud

Se avete domande o suggerimenti potete lasciarmi un commento, scrivermi in privato usando il modulo dei commenti nella colonna qui di fianco, oppure con una mail a gattosandro_viaggiatore@yahoo.com.











28 commenti:

  1. Penso che sei una benefattrice! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu invece sei la lettrice più veloce del web! ^_^
      Mi sono buttata in questo progetto, forse sono solo matta.

      Elimina
  2. Ma sei fantastica! Grazie mille!!!

    RispondiElimina
  3. bello! mi hai fatto evnire una voglia di visitare la corea del sud...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sono riuscita nell'intento! È bellissima, ne vale la pena davvero.

      Elimina
  4. Questo post sembra fatto apposta per me... grazie!!! Mi segno le informazioni importanti così poi le avrò quando sarò là! Sappi che, sarà l'ora, ma a leggere le descrizioni dei cibi mi è venuta una fame pazzesca! non vedo l'ora di essere in Corea per assaggiare tutto quello che mi capita a tiro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, sono contenta che sia utile. Vedrai che ti piacerà tanto, soprattutto il cibo ^_^

      Elimina
  5. Fantastica, e complimenti per l'impegno e la passione!
    Penso che molti troveranno utili le tue guide, anche io, se hanno come meta l'Europa ahaha ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci vuole parecchio tempo ma se avrò la costanza di scrivere magari arriverò anche all'Europa, anche se ce ne sono già un sacco.

      Elimina
    2. Sì, si vede che dietro c'è un lavorone, ma se hai la passione per l'oriente è più facile una guida sulla Corea di due righe sull'Europa. Ce ne sono tante, è vero, ma io seguo solo te :D

      Elimina
    3. Ahaha ok! Comunque sarà in base ai prossimi viaggi, se riesco a realizzare qualche desiderio (che riguarda il nord Europa) scriverò di sicuro una mini-guida ^_^

      Elimina
  6. ... che io ci voglio pure andare in Corea! Anche se non so quando, per ora torno in Giappone ^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Giappone è proprio a due passi...

      Elimina
  7. E come sempre i tuoi articoli sull'organizzazione sono fatti benissimo, davvero utili e chiari. Per ora non ho in programma la Corea, ma se qualcuno mi chiede info io spaccio in giro questo post eh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Spero che possa essere utile.

      Elimina
  8. Hai avuto davvero un'ottima idea con questa guida. La cosa che mi piace di piu' di questi post e' sicuramente l'elenco di Guest house e ostelli che proponi, ma anche le varie chicche. Trovo molto bella l'idea di un cimitero che in realta' e' un prato con una splendida vista. E ora ho capito cosa vuol dire il Gangnam stile della canzone .__.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Grazie, sono contenta. Temevo fosse troppo lungo (e un po' noioso) inserire le sistemazioni che ho provato, ma siccome sono informazioni che io ricerco sempre le ho inserite nonostante i dubbi.

      Elimina
  9. che ti risulti è possibile dalla corea del sud è possibile acquistare qualche pacchetto confezionato per andare in corea del nord anche solo 3 o 4 giorni, visto incluso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Enrico, c'erano agenzie di viaggi che proponevano pacchetti tutto compreso. Se recupero qualche link lo inserisco nel post.

      Elimina
  10. wow che lavorone, complimenti! La Corea è senz'altro un posto che vorrei riuscire a visitare!

    RispondiElimina
  11. Complimenti per i dettagli, la cura dei particolari, e la passione che ci metti. L'apprezzo anche se non è uno dei luoghi dove penserei di andare in vacanza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!
      Ps mai dire mai ^_^

      Elimina
  12. Ciao Simona,
    avendo vissuto tu in prima persona la Corea del Sud,
    se ami approfondire
    vorrei segnalarti Dosoguan, una libreria online dedicata ai testi di grammatica coreana e alla società e storia coreana.
    https://dosoguan.com/it/
    Francesca

    RispondiElimina
  13. Ciao, una informazione... avendo meno giorni (10 notti x intederci) cosa escluderesti?
    Grazie mille! Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche avendo meno giorni io manterrei lo stesso itinerario, togliendo qualche notte. Seguendo il mio itinerario farei:
      SEOUL - arrivo in aeroporto, trasferimento in albergo e visita città - 3 notti
      GYEONGJU - 2 notti
      BUSAN - 2 notti
      JEONJU - 1 notte
      SEOUL - 2 notti e rientro in Italia
      Se invece dovessi proprio rinunciare ad una tappa toglierei il ritorno a Seoul: SEOUL - arrivo in aeroporto, trasferimento in albergo e visita città - 4 notti / GYEONGJU - 2 notti / BUSAN - 2 notti / JEONJU - 2 notti → trasferimento aeropporto SEOUL e rientro in Italia.

      Elimina

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.

(Mi trovo costretta a inserire temporaneamente la moderazione ai commenti dei post più vecchi per tenere a bada lo spam. Abbiate pazienza, lo tolgo appena riesco a risolvere il problema).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...