Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

giovedì 20 agosto 2015Aggiornato il:

Estate italiana 3° parte: Lucca



Estate italiana - Diario di viaggio
Terza parte: Lucca


Arriviamo a Lucca nel tardo pomeriggio, percorrendo la strada statale dove spesso e volentieri ci tocca andare ai 50 km/h, cosa che non ci pesa in quanto non abbiamo fretta e soprattutto perché ci vogliamo godere il paesaggio. La Toscana ha dei colori fantastici, e ogni tanto incontriamo campi di girasoli che sembrano immensi prati gialli.

Il nostro B&B è a due passi dalle mura della città di Lucca, e l'accoglienza è ottima. Siamo in una villetta toscana molto bella, che avrebbe bisogno però di qualche restauro. Tanto per fare un esempio, ci sono un sacco di prese ma ne funzionano solo un paio, e quando provo ad asciugarmi i capelli il phon esplode facendomi prendere un coccolone.
La reception funziona solo in alcune ore del giorno, perciò oltre alla chiave della nostra stanza ci viene data anche quella del portone (con una serratura un po' difettosa, infatti per rientrare ci sentiamo quasi due scassinatori).


B&B Art Relais (Il leone di Sant'Anna)
L'ingresso con la scalinata, il balconcino al primo piano, il giardino e il balcone al piano terra con i tavolini per la colazione.
B&B Art Relais (Il leone di Sant'Anna)





Il tempo di lasciare le valigie e andiamo alla scoperta della città, che mi sembra subito un gioiellino.
Entrando dalla Porta Sant'Anna, che si trova a cinque minuti dal nostro B&B, percorriamo via S. Paolino, che porta alla Chiesa di San Michele. Siamo alla ricerca di un ristorante dove cenare, e siccome la trattoria convenzionata col nostro ostello ci ispira poco decidiamo di seguire come al solito il nostro istinto.

Nonostante ci siano meno turisti di quanto mi aspettassi i ristoranti sono pieni. Troviamo posto in un'osteria che mi colpisce per la posizione (è un locale ricavato dalle antiche cantine del palazzo Bernardini, sede di una misteriosa leggenda) dove assaggio un piatto tipico, le rovelline lucchesi, braciole di vitella panate e fritte in salsa di pomodoro e capperi. Lore invece prende i tordelli, ravioli fatti in casa con ragù. Il vino, non ci sarebbe nemmeno bisogno di dirlo, è ottimo.

Dopo cena andiamo nella zona che ci era stata indicata alla reception come "il posto giusto per passare la serata", ma non c'è neanche un bar. Perplessi, torniamo a casa.    


Via S. Paolino, Piazza Cittadella
Piazza Cittadella Lucca



Chiesa di San Michele
Chiesa di San Michele


Tordelli e rovelline lucchesi.
Osteria Cantine Bernardini
Il giorno seguente è interamente dedicato alla visita della città.
Prima tappa: la Torre Guinigi, che si trova tra via Sant'Andrea e via delle Chiavi d'Oro, particolare perché in cima si trova un piccolo giardino pieno di alberi. Alta 45 metri, ci sono 230 scalini da fare per raggiungere la sommità, da cui la vista di Lucca è spettacolare. Fa davvero molto caldo, ma quassù tira un po' di vento e gli alberi fanno ombra, perciò si sta benissimo.


Chiesa di S. Anastasio
Chiesa di S. Anastasio


Viuzze intorno alla Torre Guinigi
Torre Guinigi

Torre Guinigi
Torre Guinigi

Panorama dalla Torre Guinigi e giardino sulla sommità
Torre Guinigi

Lucca

Lucca


La visita all'orto botanico è accompagnata da una piccola speranza, vana, di trovare un po' di fresco. Istituito nel 1820 da Maria Luisa di Borbone come strumento i ricerca e didattica per la cattedra di botanica dell'Università fondata da lei, è ricchissimo di piante locali ed esotiche.

Orto botanico

Per pranzo ci facciamo guidare dal nostro naso, che ci porta tra i profumi di una panetteria, il Forno a Vapore di Amedeo Giusti in via Santa Giulia. Gustiamo le nostre focacce seduti sulle panchine di pietra di via Roma, dove mi concedo anche un pochino di shopping. Il bello di viaggiare con la propria auto è che non mi devo preoccupare del bagaglio.


Forno a vapore e deliziosa focaccina alla cipolla.
Forno a vapore

Ultima tappa compresa nel biglietto cumulativo ridotto (che comprende la Torre Guinigi e l'orto botanico) è la Torre delle Ore, dove i gradini originali in legno sono 207. Arrivati in cima ci troviamo proprio sotto alla campana, che però allo scoccare dell'ora non suona. Aspettiamo ancora qualche minuto pensando di avere l'orologio avanti ma niente. Peccato. 


La Torre delle Ore
Torre delle Ore


La Torre Guinigi vista dalla Torre delle Ore
Torre Guinigi



Passiamo il pomeriggio seduti ai tavolini di un caffè nella Piazza dell'Anfiteatro, bellissima piazza di forma ellittica su cui si affacciano le case basse e tanti negozi e ristoranti. Mi piace così tanto che ci torniamo per cena, dove mangiano una buona pizza in un ristorante invaso da turisti.


Piazza dell'Anfiteatro
Piazza dell'Anfiteatro

Pizzeria Da Gherardo
Pizzeria Da Gherardo


Terminiamo la serata ai tavolini di un baruccio gestito da una famiglia simpaticissima. L'accoglienza toscana mi ha piacevolmente stupita, ho ancora questo stupido pregiudizio che mi porta a pensare che le città turistiche abbiano un brutto rapporto con i visitatori, nonostante abbia già avuto modo di ricredermi a Venezia. Forse dovrei semplicemente smettere di fare paragoni con la mia città, dove è noto che la gente (fatte le dovute eccezioni) è decisamente più chiusa.
Di sicuro il nostro atteggiamento cordiale attira simpatia, e in tutto il mondo il sorriso aiuta a trovarsi in situazioni piacevoli.

Domani saremo di nuovo in viaggio verso la prossima meta.


Birretta della buonanotte







---------------------------------------------------
Info pratiche:

B&B Art Relais (Il leone di Sant'Anna)
Via Buonamici 221, Lucca
Ho utilizzato il cofanetto Smartbox "Fuga dalla città" più una notte extra (€ 96), pernottamento e prima colazione da consumare nel vicino bar convenzionato (cappuccino e brioche).
Le camere al piano terra hanno l'affaccio sul cortile interno. La nostra, al primo piano, una grande finestra. Al secondo piano ci sono le camere mansardate.
Stanza grande con terzo letto, frigo, bagno con doccia e phon non funzionante (come ho raccontato nel diario qui sopra). Le prese non funzionano, per caricare il telefono ho dovuto staccare l'abat jour.
Posizione ottima, ma pessimo rapporto qualità/prezzo.
Nota: il parcheggio nelle strisce bianche è gratuito.

Osteria Cantine Bernardini
Via del Suffragio 7, Lucca
(Rovellini lucchesi, Tordelli, contorno di patate e vino € 37)

Bollicine 
Piazza dell'Anfiteatro 46, Lucca
(2 birre medie € 10)

Trattoria Pizzeria da Gherardo
Piazza dell'Anfiteatro 9, Lucca
(due pizze, due birre medie € 27)

Biglietto cumulativo Torre Guinigi, Torre delle Ore, orto botanico € 9
Dura due giorni (controllare gli orari, che cambiano in base alle stagioni).
-----------------------------------------------------------



25 commenti:

  1. Che bella la torre con gli alberi sopra! Io di Lucca ricordo soprattutto, oltre alla bellissima piazza, un ristorante straordinario che sia chiama Da Giulio in Pelleria. Ci sono andata tanti anni fa, ma non dimenticherò mai quello che ho mangiato: cinque piatti di zuppa. Ce n'erano quattro tipi diversi nel menu, ma mi piacevano tanto che ne ho ordinato un quinto. Poi sono uscita piegata in due per il peso della pancia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei andata in inverno? Non ho visto le zuppe nei menu, avrei assaggiato volentieri qualcosa. Mi hanno stupito le porzioni, sempre abbondanti nonostante i prezzi più che onesti.

      Elimina
    2. Sì, credo che fosse inverno, ma chi se lo ricorda più? Sarà stato vent'anni fa!

      Elimina
    3. Io associo la zuppa all'inverno, anche se in Asia usano la zuppa nelle torridi estati per abbassare la temperatura corporea. E funziona ^_^

      Elimina
  2. Non ci sono mai stata a Lucca, bella la torre, belli i tetti, mi hai fatto venire voglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era da tanto che volevo andarci, e devo dire che è più bella di quanto immaginassi.

      Elimina
  3. Mi piacerebbe molto visitare Lucca, grazie per questo reportage, mi fai viaggiare in poco tempo e con zero spese!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di non farti anche ingrassare, con tutto quello che ho mangiato!

      Elimina
  4. Il phon esplode? O_O Forse qualche restauro sarebbe d'uopo! Poi a quel prezzo!

    A Lucca sono stata solo durante Lucca Comics, che non è proprio il momento migliore per esplorare, ma nonostante tutto mi sono resa conto che varrebbe la pena tornare a visitarla bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo il sospetto che il prezzo della seconda notte fosse gonfiato, siccome stavo usando il cofanetto. Invece sul sito i prezzi sono altissimi. È un vero peccato che un posto del genere venga trascurato in questo modo, nonostante le pessime recensioni su TA.
      Durante Lucca Comics immagino che i prezzi siano anche più alti. Se ti ricapita però prenditi un giorno per visitare la città, che merita davvero.

      Elimina
  5. A Lucca ci sono stato molti anni fa, non mi ricordavo ci fossero così tante cose da visitare (era stata una toccata a fuga, all'interno di un tour in Toscana). A leggerti e vedere le foto, sarebbe ora di ritornarci ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi è piaciuta tantissimo, ma ho visto quasi tutto in un giorno e mezzo. Ho fatto un po ' le corse ma sono contenta così.

      Elimina
  6. Mi hai fatto venire voglia di andare a Lucca!
    E si che, la mia prima tv, aveva la regia centrale in un paese appena fuori Lucca e ci sono dovuta andare alcune volte,ma mai mi è venuto in mente di visitare Lucca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La conoscevo solo perché conosco tanta gente che va al Lucca Comics, è davvero bella.

      Elimina
  7. Che bel giretto! Lucca mi manca tra le città toscane, bisogna rimediare :) per l'albergo avete pagato decisamente tanto considerando che non funzionavano il phon e le prese e che la colazione non era esattamente un buffet in albergo. Sono sempre più convinta che viaggiare con gli smartbox et similia non sia molto soddisfacente :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho usato spesso i cofanetti Emozione3 e devo dire che ho sempre avuto esperienze positive. Avessi fatto una sola notte usando solo il cofanetto Smartbox sarei stata meno critica, ma avendo pagato quella cifra per la notte aggiuntiva mi aspettavo una struttura migliore. Magari ci farò un post.

      Elimina
    2. Sì appunto, 96 euro è un prezzo altino, e Lucca comunque non è una città così turistica da giustificarlo. Io ho provato solo un cofanetto Emozione3 e molte strutture avevano recensioni negative!
      Giusto per curiosità, di che cofanetto si trattava?

      Elimina
    3. Smartbox, usati per la prima volta. Con Emozione3 ho sempre avuto più fortuna (vedi per esempio l'albergo di Lerici ).

      Elimina
  8. uno dei motivi per cui mi pace andare a Lucca Comics è che si svolge in una città così bella!

    RispondiElimina
  9. E' la mia città. Bello vederla attraverso i tuoi occhi. E peccato aver letto solo ora, avrei potuto darti qualche consiglio. Non ci vivo da un po' di anni ma ci torno spesso visto che tutta la mia famiglia e gran parte dei miei amici sono lì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora se avrò occasione di tornare ti chiederò consiglio, grazie!

      Elimina
  10. Le tue bellissime foto mi fanno venire la voglia di ritornarci... e che deliziosa questa focaccia!

    RispondiElimina

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.

(Mi trovo costretta a inserire temporaneamente la moderazione ai commenti dei post più vecchi per tenere a bada lo spam. Abbiate pazienza, lo tolgo appena riesco a risolvere il problema).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...