Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

giovedì 30 agosto 2012Aggiornato il:

Sulla Grande Muraglia cinese


Diario di viaggio in Cina, giorno 3
4 agosto 2012

Mi sveglio prestissimo come al solito, ma questa volta l'uscita notturna in cortile mi lascia a bocca aperta: stelle! Tante, giganti e luminosissime stelle tappezzano un cielo blu scuro senza una nuvola.
E' il giorno giusto per andare sulla Grande Muraglia.

Arriviamo alla stazione di Pechino nord convinti di prendere il treno delle 7, invece dobbiamo metterci già in coda per riuscire a salire su quello delle 9!
Devono aver inserito dei treni speciali dovuti alla folla di turisti, perchè non ci sono posti assegnati e la classe è unica. Questo significa dover affrontare un'attesa di circa due ore in coda con turisti scalmanati col vizio di passare davanti agli altri. Lancio occhiate fulminanti a chi tenta di sorpassarmi mentre Lore cerca invano di recuperare un panino per il viaggio. Mi accontento di un cracker gusto alghe e quando finalmente aprono le porte per salire sul treno tutti gli sforzi fatti per mantenere una buona posizione in coda vanno a farsi benedire.
Vecchietti all'apparenza fragili che improvvisamente diventano tanti piccoli Bolt impazziti. Donne cariche di buste (i turisti cinesi non si muovono se non hanno la quantità di cibo giusta per sfamare almeno una ventina di persone) che lanciano avanti i figli.
Sto cavolo di treno che poteva anche avvicinarsi un po' di più alla stazione.
Risultato: restiamo in piedi.
Ma va bene lo stesso!
Ci mettiamo nel vagone ristorante e ci piazziamo per terra come fanno tutti gli altri.

Affrettiamo il passo per non salire per ultimi sul treno che ci porterà a Badaling



Star seduti per terra sul treno mi fa proprio tanto gita scolastica!


Il viaggio per me è eccitante, io adoro viaggiare in treno!
Fuori scorre la periferia di Pechino con palazzi altissimi e tutti uguali, poi il paesaggio cambia e si vede solo campagna.
Nel vagone c'è un gruppetto di ragazze che fotografano qualsiasi cosa,  altri dormono. Una famiglia gioca a carte e il papà fa troppo ridere perchè si lamenta in continuazione ridendo, mi sa che non ha vinto neanche una mano!

Dopo un po' compare un pezzo di muraglia, e io sono talmente emozionata che mi commuovo.

Dal treno in corsa riesco a fotografare un pezzo di Grande Muraglia

La stazione di Badaling. Da Pechino è il sito più vicino per visitare la Grande Muraglia.


Dalla stazione di Badaling all'ingresso per la muraglia c'è parecchia strada, ma prima di incamminarci facciamo i biglietti per il ritorno.

Ci siamo, stiamo per calpestare uno dei monumenti più famosi del mondo.
Iniziamo la scalata. In certi punti la muraglia è così ripida che mi devo tenere al mancorrente e faccio comunque fatica a salire. E' davvero una bella giornata e il paesaggio è stupendo, ma il sole picchia e mi gira un po' la testa. Da quassù la Muraglia ha tutti i colori delle centinaia di ombrelli che i cinesi usano per riparasi dal sole.
Solo qualche anno fa non avrei mai immaginato che mi sarei trovata qui un giorno, e ora che ci sono mi fa un effetto strano.
Imponente, immensa, in un paesaggio incredibilmente bello. Anche se i tratti visitabili sono praticamente tutti restaurati l'impressione è di autenticità, e mi sembra pazzesco che abbiano potuto costruire una cosa del genere.

La cittadina è un posto piacevole in cui passeggiare, ma bisogna fare attenzione ai negozianti che si approfittano un po' troppo dei turisti (specie se sono occidentali e assetati...)

Le fotografie parlano da sole, questo è un posto incredibile.





Torniamo alla stazione e questa volta non ci facciamo fregare: scatto felino e lancio a bomba sui primi due posti liberi che troviamo! Ci stiamo proprio cinesizzando, infatti neanche il tempo di partire che stiamo già dormendo.

(Una volta arrivati in ostello il nostro contapassi ci dice che abbiamo percorso 10277 passi, ovvero 7,31 km.)

Stasera torniamo in Wangfujing Dajie per vedere il mercato notturno ma prima ci fermiamo in un chiosco a bere una birra alla spina. Il barista è simpatico e parla un po' di inglese, così scambiamo due chiacchiere.

Wangfujing Dajie verso sera

Centri commerciali e mega schermi

Osservo la gente passare

Una porta tradizionale in mezzo a negozi di lusso

Rifletto sui diversi comportamenti nei nostri confronti. Molti ci ignorano. Alcuni ci fissano con stupore, come se fossimo alieni. In genere attiriamo sguardi curiosi. Stamattina una ragazzina anzichè godersi il paesaggio della Grande Muraglia fotografava ME. E non mi ha fatto mica una foto sola.
Però tutti quelli che sanno un pochino di inglese sembrano non vedere l'ora di attaccare bottone. Come il ragazzo di stamattina che ci ha dato qualche dritta per evitare di perdere anche il secondo treno.

Fa buio presto qui a Pechino, e le vie si illuminano di insegne e lampioni.
Andiamo al mercato notturno ed è davvero uno spettacolo! Non solo grilli, scorpioni e millepiedi, ma anche molti piatti appetitosi, ramen, spiedini di carne... e poi, di colpo, a tradimento, lei: la zaffata di puzza immane!
Ma perchè rovinare tutto così? E soprattutto, perchè c'è sempre tutta quella gente attorno alla terribile fetenzia? Lore in un momento di estremo coraggio riesce ad esaminare per pochi secondi il contenuto dei sacchetti sospetti: la massa verde maleodorante che sprigiona quel fungo atomico ammorbante ha finalmente un nome.
TOFU PUZZOLENTE.
Almeno adesso lo sappiamo. Come si dice, "conosci il tuo nemico".

(Su Wikipedia scrivono che "ha un odore forte", voi fidatevi di me se vi dico che è la puzza più puzzosa mai sentita prima
http://en.wikipedia.org/wiki/Stinky_tofu)

In queste bancarelle viene fritto di tutto!

C'è parecchia gente che, come noi, curiosa e fa fotografie. La maggioranza si ferma a mangiare su qualche sgabellino oppure sgranocchia spiedini passeggiando tra uno stand e l'altro.
Possibile che siano immuni al tofu puzzone??? 


Per cena scegliamo un ristorante di ravioli all'interno di un centro commerciale. Che buoni! Riesco a farne esplodere uno inzaccherandomi di brodo...figuraccia a parte meno male che non l'ho addentato quando era ancora bollente!

Ravioli fritti e riso alla cantonese

Il raviolo assassino! Ho imparato la lezione: il raviolo va ingurgitato INTERO, anche se è enorme.

Questa polpetta viene chiamata "Testa di leone"
e pare che sia un piatto tipico della cucina di Shanghai.


Ci tenevo a vedere Piazza Tian'anmen di notte ma tutte quelle luci mi sembrano un po' esagerate. Passiamo davanti agli hotel di lusso e il traffico è costante e rumoroso. Dopo tanto sfarzo il ritorno ai nostri umili hutong è confortante, e il nostro ostello mi sembra un'oasi di pace.

(E meno male che siamo usciti solo per cenare!
Il nostro conta passi dice: 10510 passi, ovvero 7,55 km)



--------------------------------------------------------
Info pratiche di viaggio:

Treno da Beijing nord a Badaling 6 RMB
(circa 1 ora e 20)

Badaling Great Wall Ingresso 45 RMB
6:30 - 19:00 (orario estivo)

--------------------------------------------------------

22 commenti:

  1. La Grande Muraglia è proprio uno spettacolo!
    Passeggiare tra le bancarelle è una delle cose che adoro fare...ma senza puzze strane...XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe stato bello passeggiare tra le bancarelle senza dover scappare! Io non so proprio come faccia a piacergli una cosa tanto puzzolente!

      Elimina
  2. Mamma mia, io già non sono una grande estimatrice del tofu, poi quello puzzolente, capirai!!
    Bellissime foto e la grande Muraglia... Che meraviglia!! Deve essere stato bellissimo poterci camminare, osservarla da vicino, "toccarla con mano"!
    Quei ravioli mi stanno facendo venire una fame... sarà normale alle 10.20 del mattino? Mah!

    Aspetto con ansia la prossima puntata!^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E dire che normalmente il tofu è così insipido! Io lo mangio senza problemi nella zuppa di miso, e mi piace. Ma così...bleah!

      I ravioli, che nostalgia! Beh, in Cina li mangiano a colazione, dalle 7 del mattino senti certi profumini...

      Elimina
  3. Finalmente svelato il segreto della puzza! :)
    La muraglia è davvero imponente, immagino l'emozione di trovarsi lì sopra, a toccare un pezzo di storia.
    Mettere i passi/chilometri che avete fatto è interessante, così posso anche capire se sarei in grado di farcela pure io (voi siete instancabili, non potrei starvi dietro!)
    Fino ai 7km della giornata sarei sopravvissuta, ma aggiungerne altri 7 abbondanti in serata... no, forse per me è troppo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le distanze sono incredibili, sulla cartina ovviamente sembra tutto vicino e invece... Dalla via del mercato a piazza Tian'anmen sembra poco e invece ci saranno almeno 2 o 3 chilometri! A noi camminare non spaventa, ma la sera tornavamo in ostello con le gambe a pezzi!

      Elimina
  4. che meraviglia la muraglia, hai fatto delle bellissime foto!
    oddio il tofu puzzone, credo non vi scorderete mai di quel odoraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riuscivamo a captare la puzza a distanza, così giravamo al largo!

      Elimina
  5. mi sta piacendo un sacco il racconto della vostra avventura! aspetto il prossimo capitolo :)

    RispondiElimina
  6. Cacchio, che bella la Muraglia! *-*
    Certo che c'è un sacco di gente che va a visitarla...
    Ho capito che in Cina se vuoi sederti su metro e treni, devi andare di culate; un po' come fanno le vecchine da noi XD
    Davvero fa 'strano' vedere un occidentale a Pechino? Non mi aspettavo che la gente ti fissasse...credevo che ormai fossero abituati ai turisti :P
    Voglio assaggiare il tofu puzzolente! Mi tappo il naso e lo mangio XD Se è davvero così delizioso, sarebbe un peccato non provarlo 'solo' perché tanfa da morire XD Non ci hai nemmeno provato? X°D
    Vedere tutto quel buon cibo mi ha fatto venire fame...e dire che sono appena le 3 di pomeriggio :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! Beh, nei posti più turistici sì, è un po' una lotta ma ci si abitua. Da altre parti sono molto più tranquilli!

      Sono abituati a orde di turisti, ma sono per lo più cinesi o comunque orientali. Non mi sono mai sentita tanto osservata!

      Secondo me hanno le papille gustative alterate, non ho idea di come facciano a mangiare il tofu puzzone. Non ci ho provato no!

      Elimina
  7. mmm... incredibile quanta gente c'è, e per quanti chilometri, sulla Grande Muraglia :O e mi sembra giusto che la ragazzina fotografasse SOLO te! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh magari avrà fotografato anche altro, ma al terzo o quarto click su di me ho iniziato a sentirmi un po' imbarazzata... Magari un altro al mio posto si sarebbe messo in posa, io ho fatto finta di niente e mi sono spostata!

      Elimina
  8. L'unico monumento umano che si vede dalla luna *_______* Mi piacerebbe tantissimo vederla!
    Come Lit anch'io pensavo che ormai i cinesi fossero abituati agli occidentali O_O
    Quella del tofu non me l'aspettavo, sarei quasi curiosa di annusarlo per vedere se fa davvero così schifo.
    Come al solito le foto della tua cena mi fanno venire fame!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La puzza arriva ancora prima di capire dov'è la bancarella! Io non mi sono mai avvicinata all'orrendo essere verdognolo...

      Elimina
  9. Che meraviglia la Grande Muraglia, e immagino che dal vivo sia ancora più suggestiva *__*
    Io con il tofu ho un pessimo rapporto dalla colazione nel monastero buddista sul monte Koya, una roba pessima XD Da quel momento l'ho sempre evitato accuratamente (non che prima me lo cercassi, intendiamoci). L'unica volta che mi è piaciuto è stato quando l'ho mangiato in un localino tipico giapponese ed era prima fritto e poi passato alla griglia ^^

    Le bancarelle hanno un'aspetto interessante (le proverei subito!) ma i ravioli sono uno dei miei piatti cinesi/orientali preferiti ^^

    Tra l'altro, non so se qualcun'altro te l'ha già chiesto, ma la cucina vero-cinese differisce molto da quella che arriva da noi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I sapori sono completamente diversi! Ad esempio usano pochissima salsa di soia e vanno giù pesante col peperoncino. I ravioli sono fatti in centinaia di modi e possono essere fritti o al vapore, ma essendo sempre freschi e fatti sul momento sono diecimila volte più buoni di quelli che mangiamo qui (che in genere sono surgelati).

      Colazione, pranzo e cena: per loro non c'è differenza! E per quello che ho visto io non ci sono neanche orari, nelle bancarelle si cucina dalla mattina presto alla sera tardi.

      Una cosa che mi ha colpita sono le dimensioni delle porzioni: a volte la ciotola di noodles assomiglia più a una bacinella che a un piatto!

      Elimina
  10. Cavoli, non avrei mai pensato che bisogna fare a botte per salire sui treni.
    Posso comprendere la tua commozione per la vista di questo antico monumento, capita spesso anche a me di commuovermi, ma quanta gente! I piattini raffigurati quassù sono davvero invitanti, mentre il tofu puzzone non attira per niente... magari poi ha un sapore delizioso!!! Bello bello, ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il treno per la Grande Muraglia era senza posti assegnati, quindi un vero delirio! Forse in altri periodi dell'anno c'è meno gente, ad esempio in inverno. Ho visto delle foto bellissime della muraglia innevata...davvero stupenda.

      Elimina
  11. Uh, che meraviglia, adesso recupero tutti i post arretrati. Niente tofu puzzone qui a Chinatown. Ci manca solo quello...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, mi fa piacere sapere che ti piacciano i miei racconti!
      Il tofu puzzone sarà il simbolo di questo viaggio, mi fa ridere questo pensiero!

      Elimina

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.

(Mi trovo costretta a inserire temporaneamente il codice captcha per tenere a bada lo spam. Abbiate pazienza, lo tolgo appena riesco a risolvere il problema).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...