Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

mercoledì 6 giugno 2012Aggiornato il:

Arrivederci Lisbona



-----------------------
Venerdì 11 maggio

Stamattina facciamo colazione in camera, chiudiamo le valigie e le lasciamo in reception. Oggi fa molto caldo ma il cielo è coperto. Come prima tappa torniamo all'Alfama, uno dei quartieri che mi è piaciuto di più di Lisbona.

Incredibile come ci si abitui presto a certi luoghi...
Questa è la "nostra" fermata metro Baixa-Chiado



Le stradine in salita dell'Alfama

Qui le case sembrano quelle dei cartoni animati (o dei disegni dei bambini): basse con i tetti rossi.
Una sull'altra, eppure c'è posto anche per un po' di verde!

E' sicuramente effetto ottico, ma le case oltre ad essere in salita mi sembrano anche storte!
(Mi piacerebbe tanto vederle all'interno.)

Questa è la parte laterale del Monastero di São Vicente de Fora.
Qui vicino c'è la Fiera da Ladra, ma purtroppo oggi non è giorno di mercato.

Abbiamo fatto il giornaliero anche oggi, così prendiamo il mitico tram 28 per fare ancora qualche giretto. Arriviamo fino al capolinea a Martim Moniz, ma la zona non mi ispira più di tanto. Nella piazza ci sono alcuni centri commerciali e svariati negozi cinesi.
Prendiamo la metro e scendiamo a Oriente. L'idea iniziale era quella di prendere la teleferica che va da una parte all'altra del Parco delle Nazioni, ma poi siamo finiti a girellare per il centro commerciale Vasco da Gama! Vorrei fare un po' di shopping ma mi trattengo.
Visto che è ora di pranzo ci fermiamo in uno dei tanti ristoranti del centro commerciale.

Il capolinea del tram 28 a Martim Moniz


La Stazione d'Oriente (metropolitana e ferroviaria) è stata progettata dall'architetto Santiago Calatrava ispirandosi al tema dell'Expo '98 per cui è stata costruita: gli oceani. Le strutture metalliche ricordano le vele delle barche e sembrano ondeggiare quando si cammina sotto. 

Per pranzo stiamo leggerini: carne arrosto con patatine, riso, e mezzo chilo di fagioli! (Io odio i fagioli, ma non sono riuscita a spiegarlo all'omone che componeva i piatti.)

Torniamo a Rossio e andiamo a vedere che succede nella piazza. Sono due giorni che montano stand, e oggi finalmente sono aperti. Si tratta del Festival Iberico e ci sono molte persone vestite con abiti particolari. Le donne hanno degli abiti lunghi che sembrano sacchi e assomigliano un po' alla Befana. Alcuni uomini hanno mantelli pelosi e copricapi con le corna. Assistiamo alla vestizione di un uomo che viene arrotolato in una specie di piumone e fa una fatica pazzesca a tirarsi su (sembra un po' il costume da lottatore di sumo, per rendere l'idea).
Gli stand vendono prelibatezze del Portogallo e della Spagna e molti promuovono il turismo in alcune località. Non manca certo da bere: ginjinha, birra e vino. Assaggiamo un bicchierino di bianco e ci compriamo un panino per stasera.

Il Festival Iberico di maschere a Rossio.

Quello che vedete nella vetrinetta è un panino INTERO (una metà sull'altra),
buonissimo proprio come sembra, a soli 3 euro.

Questi banchi mi hanno fatto scendere la lacrimuccia. 
Non ho potuto comprare niente...
Come gliela spiegavo una forma di formaggio nel bagaglio
a mano al check-in? (E come sarebbe arrivata a casa???) 

Non è certo un festival per vegetariani

 I dolci non mi fanno molto effetto, sono queste le cose che mi fanno gola!




Oggi la città è più movimentata del solito, forse perchè è venerdì. Le vie del centro sono piene di gente, i dehor dei bar sono presi d'assalto e anche nei negozi c'è un bel via vai. 
Lore decide di fermarsi un po' su una panchina, io parto alla ricerca di un souvenir per me. Vorrei una maglietta ma non sembro fortunata. Entro in 3 o 4 negozi e ne esco delusa. Tra l'altro sono negozi che esistono anche a Torino ma: da Zara trovo solo cose da "vecchie", da H&M solo cose da "ragazzine". 
Alla fine entro in un negozietto di souvenir dove avevo già preso alcune cose nei giorni scorsi e prendo la classica maglietta I LOVE LISBOA. Non sono stata molto originale lo so, ma mi piace molto.

 La stazione di Rossio è bellissima.
All'interno c'è addirittura un ostello

Statue umane in Rua Augusta, che se fà pe' campà!

Ci fermiamo a un tavolino a bere una birra e poi torniamo a recuperare le valigie. Approfittiamo del bagno della reception per sistemarci e ci avviamo verso l'aeroporto.
Si prende il bus 44 da Rossio che lascia all'aeroporto terminal 1. Da lì una navetta gratuita porta al terminal 2 (quella dei voli Easy Jet). Segnalano già il ritardo del volo, e quando finalmente arriva il momento ci imbarcano di corsa perchè ci sono scioperi e pare che se non partiamo entro le 22 ci tocca stare qui.

Lasciamo dunque Lisbona. Sono un po' triste come sempre quando termina una vacanza ma anche molto felice per le giornate trascorse qui. Avrei voluto avere più tempo per vedere tante altre cose, ma sono comunque soddisfatta di quello che abbiamo fatto.
Lisbona è stata davvero una bella sorpresa, oltre ad essere davvero bella  è anche ospitale e io mi sono sentita come "a casa".


- fine del diario di viaggio a Lisbona -





Appunti di viaggio:
   
- Per altre informazioni sull'Alfama potete dare un'occhiata a questo sito.
- Ostello nella stazione Rossio: Rossio Patio Hostel (sui 20 euro a persona per notte)
- Tutti i percorsi dei mezzi pubblici: www.carris.pt
- Per i percorsi / orari / tariffe dei treni: www.cp.pt
- Centro Vasco da Gama, di fronte alla stazione Oriente: www.centrovascodagama.pt


18 commenti:

  1. Bellissimo questo diario di viaggio!!! :D Terrò tutto a mente, per una futura vacanza Lisbonese :D
    Splendide foto come sempre!!!!

    P.s. Ti ho mandato una mail ;)

    RispondiElimina
  2. Bellissime immagini!
    Mi hai fatto venire una voglia di partire che non hai idea!

    New Post!
    S
    http://serendipitycatwalk.blogspot.it/

    RispondiElimina
  3. Quando finisco un viaggio io ho due sentimenti contrastanti: sono triste che sia finito ma contenta di tornare a casa...mi lasciano sempre un po' così le partenze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando sto via per un po' (2 o più settimane) sono contenta anch'io di tornare, di sentire quell'odore speciale che ha la città quando la rivedi e la sensazione di essere tornata "alla base" cioè a casa. Ma per pochi giorni NO NO e NO!

      Elimina
  4. l'alfama è il mio quartiere preferito, ma è una bella lotta con il chiado e il barrio alto! su martim moniz invece ci hai visto giusto...
    senti ma sicura della gare do oriente? io sapevo che era stata progettata da calatrava, come anche il ponte vasco da gama (l'hai visto, vero? io lo trovo bellissimo).
    saluti da lisbona e speriamo di beccartci prima o poi da qualche parte :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vorrei proprio aver scritto una cretinata, ma nel sito http://www.metrolisboa.pt/ sta scritto così (e anzi, riguardo a Calatrava non ne fanno menzione parlando della stazione). Faccio ricerche più approfondite e cerco di capire meglio, grazie per l'informazione.

      Eh già volevo proprio conoscerti mannaggia! Mi auguro che ci saranno altre occasioni!!

      Elimina
  5. Devo dire che siete veramente instancabili, è normale avere voglia di vedere ancora tante cose prima di partire, ma voi in pochi giorni avete macinato chilometri come un treno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un po' la colpa è mia, non riesco a fermarmi e obbligo la mia Metà a camminate infinite! Lui farebbe le visite con un ritmo un po' più lento ma mi asseconda sempre. (Sant'uomo!)

      Elimina
  6. io sarò a Lisbona a fine mese quindi ogni informazione mi fa gola (ma mai quanto quei panini enormi a 3 euro!!!) Non vedo l'ora!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicura che ti piacerà tantissimo!

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Anch'io adoro Alfama, e un po' più su della Feira da Ladra anche Graça col suo splendido miradouro!
    M.Moniz come piazza non è granché, ma oggi ci inaugurano il polo etno-gastronomico con stand da mezzo mondo:)
    Appena sopra c'è il quartiere Mouraria, uno tra i più popolari ed etnici della città, che è investito da grosse opere di recupero urbano, dove vale la pena dare un'occhiata (è simile ad Alfama).
    E' abbastanza per incitarti a tornare? :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se potessi tornerei anche subito! La prossima volta che verrò a Lisbona mi piacerebbe conoscerti (e anche mariantonietta).

      Elimina
  9. grazie per averci fatto viaggiare con te e per averci dato molte dritte per un futuro viaggio!

    RispondiElimina
  10. bellissimo reportage di Lisbona, sono di corsa in questi giorni e non commento, ma ti leggo sempre con graaaande piacere! ^_^ grazie mille per condividere con noi le tue esperienze!

    Laura

    RispondiElimina
  11. PS: ti confermo che i formaggi che hai fotografato negli stand a Lisbona sono gli stessi che trovi alla fiera di Rho a dicembre! :)

    RispondiElimina
  12. Ciao,leggerti è un vero piacere,per questo motivo ti ho assegnato il premio Liebster Blog Award!:)
    Qui puoi vedere di cosa si tratta:
    http://sol-levante.blogspot.it/2012/06/liebster-blog-award.html
    Buona giornata!;)

    RispondiElimina

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.

(Mi trovo costretta a inserire temporaneamente il codice captcha per tenere a bada lo spam. Abbiate pazienza, lo tolgo appena riesco a risolvere il problema).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...