Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

sabato 26 maggio 2012Aggiornato il:

Lisbona: gita a Sintra



-------------------------
Mercoledì 9 maggio

Stamattina usciamo presto e ci dirigiamo alla stazione di Rossio per andare a Sintra. La coda alla biglietteria è un po' lunga, ma noi andiamo alle macchinette, carichiamo 2 euro sulla nostra Viva Viagem, la passiamo sul lettore carte (funziona tutto come nella metropolitana) e corriamo a prendere il treno che sta per partire. Il viaggio di una mezz'oretta è piacevole, anche perché oggi è una splendida giornata di sole.

La stazione di Sintra è piccolina ma c'è un ottimo ufficio informazioni dove si possono prendere cartine e depliant. Subito fuori dalla stazione c'è la via principale e guardando a sinistra si vede la collina su cui è abbarbicato il Castelo dos Mouros. Ci dirigiamo verso destra, dove la strada è costeggiata da palazzi bassi molto belli e tanti negozi.

Appena si lascia la stazione la cittadina accoglie i visitatori nelle sue strade tranquille.



Prima di iniziare la visita urge un carico di energia.
"Tosta mista", garanzia di bontà!

Torniamo davanti alla stazione dove c'è la fermata dell'autobus. Il bus 434 (Sintra sightseeing bus) fa un percorso circolare dalla stazione di Sintra al centro storico, Castelo dos Mouros, Palacio da Pena e ritorno e costa 5 euro (si può scendere e risalire a ogni tappa, basta mostrare lo scontrino all'autista).
(Ovviamente si può andare anche a piedi, se si ha tempo e buona volontà ).

Come prima tappa scegliamo il Castelo dos Mouros. E' una fortificazione militare costruita in cima alla alta collina per poter vigilare la linea della costa. Ci si arriva percorrendo un sentiero tra gli alberi. Questa fortezza è una specie di labirinto in cui si salgono e scendono gradoni di pietra. Ogni tanto, distratti e affaticati da una salita, succede che di colpo ci si trova in cima a una torretta e il panorama che appare all'improvviso lascia a bocca aperta. Naturalmente qui le foto si sprecano....

Il sentiero che conduce al Castelo dos Mouros

Le mura seguono linee dolci e si integrano col verde
della vegetazione. Il cielo oggi è di un blu intenso.

Il giochino delle miniature viene benissimo anche qui!

E' davvero una costruzione imponente, e poi da quassù si ha
una vista spettacolare. 

Torniamo a prendere il bus e andiamo a visitare la città vecchia di Sintra, che è bellissima. Palazzi con le facciate colorate, gradinate nei vicoli stretti, ristorantini che emanano un profumino invitante e negozietti di souvenir con la merce esposta sui marciapiedi.

Sapendo benissimo che qui i prezzi sono un po' più cari rispetto a Lisbona mi fermo lo stesso a comprare due strofinacci da cucina ricamati col famoso gallo* e qualche magnete da attaccare al frigorifero con delle piastrelline decorate.


La leggenda narra che un mercante, giunto a Barcelos, fu accusato ingiustamente di omicidio e condannato alla forca. Disperato, dopo aver pregato la Madonna di salvarlo, chiese ai detentori di essere portato a casa del giudice che lo aveva condannato per chiedere clemenza. Giunto all'ora di pranzo, il condannato iniziò ad implorare il giudice mentre questi si accingeva a mangiare un gallo arrostito. Il mercante affermò che se il gallo si fosse alzato ed avesse iniziato a cantare, questo miracolo avrebbe provato la sua totale innocenza. Così avvenne e fu liberato. Da quel giorno il Galo de Barcelos è uno dei simboli della tradizione portoghese: simboleggia la fede, la buona fortuna e la giustizia.

(Foto presa QUI)


Il centro storico di Sintra.

Seguendo le indicazioni scopriamo questo miradouro (belvedere)

Un'altra caratteristica dei vicoli: la biancheria stesa.

Palacio Nacional de Sintra

Torniamo alla stazione e ci fermiamo a mangiare un panino prima di tornare a Lisbona.
Siamo stanchini, ma il pisolino sul treno ci ha rigenerati un po' così prima di tornare in albergo ci facciamo un bel giro di Praça dos Restauradores e le viuzze alle spalle della piazza piene di negozi.

L'obelisco è il simbolo di Praça dos Restauradores.
E' alto 30 metri e alla base ci sono due state di bronzo 
che simboleggiano la Vittoria e la Libertà.

Praça dos Restauradores
Il bellissimo palazzo sulla destra era un teatro, oggi ivece è un Hotel di lusso.

Le vie da Praça Dom Pedro a Praça dos Restauradores sono piene di ristoranti e negozi di souvenir.

In una delle strade che dalla Baixa iniziano a salire sulla collina dominata dal Castello di Sao Jorge c'è una palazzina con un supermercato Pingo Doce al piano terra. Prima di fare un po' di spesa prendiamo l'ascensore e ci godiamo il panorama dalla terrazza all'ultimo piano.

I tetti di Lisbona, il Tago, e (piccolo piccolo) il Cristo Rei.

"La vita è l'esitazione tra un'esclamazione e un interrogarsi.
Nel dubbio, c'è un punto finale."
Fernando Pessoa - Il libro dell'inquietudine

Stasera per cena scegliamo la Locanda Italiana, un ristorante molto grande ma abbastanza accogliente in cui mangiamo un bel piatto di pasta.

Il coperto è un po' scarso ma il pane è buono.

Rigatoni ai quattro formaggi passati in forno.

Spaghetti con frutti di mare.

Un'altra splendida giornata è passata, è ora di andare a riposare: domani ci aspetta una bella gita al mare.




Appunti di viaggio:
   
Palacio Nacional de Sintra ingresso € 7
Parques de Sintra : Castelo dos Mouros ingresso € 7 - Palacio da Pena ingresso palazzo € 10 solo parco € 7 (biglietto combinato Castelo dos Mouros + Palacio da Pena € 16) 
- Il parco di Sintra comprende anche il Convento dos Capuchos e il Parque de Monserrate. Esistono biglietti combinati anche per questi due posti (il sito internet è lo stesso).
    
- Ristorante Locanda Italiana Rua das Portas de Sto Antao 47

24 commenti:

  1. che bello quel castello...non so perche' ma mi fa venire alla mente la Grande Muraglia...curiosa coincidenza, visto il vostro prossimo viaggio... ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho pensato anch'io! Sembra davvero un pezzo di grande muraglia. In questo viaggio a Lisbona è capitato più di una volta di notare somiglianze con altri posti nel mondo.

      Elimina
    2. Ma guarda...volevo scrivere lo stesso!
      Complimenti. Il tuo blog mi piace tantissimo. Lo aggiungo subito al mio elenco!

      Elimina
    3. Si fanno piacevoli scoperte su blogger, prima di iniziare questo blog non l'avrei mai detto. Si riesce a viaggiare anche stando seduti sul divano, e il tuo blog mi interessa in modo particolare perchè il mio prossimo viaggio sarà in Cina.

      Elimina
  2. Che paesaggi! E che cielo blu!
    Il Castelo mi ricorda quello di Marostica :D Ma domanda: la città è sporca? Perchè una mia amica era andata anni fa e aveva detto che era molto sporca, ma a me non pare!!
    P.s. La casa di Pessoa *___*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non l'ho trovata per niente sporca, anzi. Ma c'è da dire che quando viaggio tendo a vedere sempre i pregi di un posto...

      Elimina
    2. Mi scusi se m'intrufolo e rispondo anche io? Grazie :D
      Per fare un paragone con l'Italia, così ci rendiamo conto bene, non è certamente più sporca di Roma, e sicuramente più pulita di tantissime altre città (del sud, ad esempio). Mediamente piú pulita di Londra e di Parigi. L'unica pecca è che specie in certe zone meno centrali si trovano cacche di cane, ma il comune sta investendo un sacco di soldi sia per la campagna di sensibilizzazione alla raccolta di questi rifiuti, sia per la pulizia delle strade (esistono degli appositi spazzini motorizzati, i "motocani" :D)
      Forse il senso di "sporcizia" viene dalla presenza di molti edifici abbandonati, ma quella è una cosa che le conferisce un aspetto molto personale. Ciccola, a proposito di questo, tu che ne pensi?

      Elimina
    3. Io ho avuto l'impressione che specialmente le zone centrali (che poi sono quelle che ho visto meglio) fossero molto pulite. Mi è piaciuto molto vedere tutti i cestini con i posaceneri messi un po' dappertutto per evitare le cicche per terra. Alcuni edifici sono ricoperti di scritte ma in un certo senso li ho trovati artistici. Tu che ci vivi forse potrai dirmi com'è in realtà sul fatto della sicurezza: io non ho mai avvertito situazioni di pericolo, mi è sembrata una città sicura. Hanno provato a venderci droga tutti i giorni ma, come dire, a Torino i venditori di rose sono decisamente più molesti!
      L'unica zona un po' più "trasandata" mi è sembrata l'Alfama, e per questo ha un fascino incredibile (me ne sono innamorata)!

      Elimina
    4. Sì, la street art è molto diffusa qua, e ci sono alcune opere anche notevoli. Se quello rende il senso di sporcizia non saprei...
      Sulla sicurezza leggo spesso recensioni terroristiche in cui consigliano di non girare in certe zone (specie Alfama!), ma sinceramente io non avverto nessun pericolo. Nè io nè altri con cui mi sono confrontata.
      La droga la vendono ai turisti solo nel tratto Baixa e Chiado (si vede che c'e' smercio :D).
      La città in questo senso è migliorata molto negli ultimi 20 anni.
      L'unica precauzione è stare attenti al portafogli nei tram pieni, ma credo sia una cosa valida in tutto il mondo!

      Elimina
    5. Opere più che notevoli! Ad alcune ho dedicato un intero servizio fotografico!
      Per la droga: sei molto carina! Io ho passato 5 giorni a dire alla mia metà che evidentemente abbiamo la faccia da tossici! :D

      Elimina
  3. Continuo ad annotare tutto, le gite appena fuori dalle città famose spesso offrono - come in questo caso - delle gradite sorprese, e purtroppo a volte ce le si perde per strada per non aver cercato informazioni nei posti giusti.
    Bellissime come sempre le foto, per fortuna che dopo il primo giorno piovoso è tornato il sole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sole rende ogni posto più bello, ma questa cittadina è davvero una meraviglia. La cosa che mi è piaciuta di più è che nonostante sia un posto molto turistico (immagino che in estate sia preso d'assalto) la vita qui sembra scorrere lo stesso tranquilla, come se nulla fosse, con i panni stesi fuori e la gente sulla porta di casa a chiacchierare coi vicini.

      Elimina
  4. ho recuperato e letto anche gli arretrati. non era tra le città in lizza per una visita, ma direi che mi stai facendo decisamente cambiare idea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vorrei visitare tutte le capitali europee, sono molto indietro!

      Elimina
  5. Grazie per essere passata dal mio blog!
    Anche il tuo blog è molto bello!
    Ti seguirò volentieri!!!

    Che bei paesaggi!!! e bei piatti di pasta....!!! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono molto felice per il tuo commento! Ho scoperto per caso il tuo blog, sei bravissima!

      Elimina
  6. Oggi sto comprendo tanti blog interessanti dove si parla di viaggi che io adoro! Piace anche a me studiare lingue orientali, ho studiato per anni il giapponese. Ti seguo con piacere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai davvero un bel blog, ho iniziato a leggerlo da poco ma piano piano spulcerò ogni pagina perchè ci sono tantissime idee. Sei molto creativa, complimenti!

      Elimina
    2. se ne hai voglia vieni anche a trovarmi sul gruppo di fb "consigli di viaggio" è un bel gruppo di condivisione per gli amanti dei viaggi!

      Elimina
  7. No, ma ecco, io no, all'estero non ci vado nei ristoranti italiani, no, però quegli spaghetti, quegli spaghetti... quegli spaghetti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il profumino che arrivava da quel ristorante ha deciso per noi!

      Elimina
  8. A Sintra io ho adorato la Quinta da Regaleira.
    Ma ancora non sono stata al Palacio da Pena...

    RispondiElimina
  9. ciao....
    credevo di averti lasciato un commento,ma non l'ho trovato.
    Forse volevo scriverlo....non ricordo,ma ho visto che mi sono aggiunta ai tuoi sostenitori,quindi sono sicura di aver aperto il tuo blog.
    Ti ringrazio per i tuoi commenti che hai lasciato nel mio blog.So che il tempo ti darà ragione,ma per il momento il dolore per la sua assenza è troppo.

    Complimenti per i disegni che realizzi,sei molto brava.
    A presto
    Lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei molto gentile. Spero che starai meglio, anche se per certe cose ci va molto tempo.
      A presto

      Elimina

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.

(Mi trovo costretta a inserire temporaneamente il codice captcha per tenere a bada lo spam. Abbiate pazienza, lo tolgo appena riesco a risolvere il problema).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...