Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

Pagine

sabato 25 giugno 2011Aggiornato il:

Breve fuga in Costa Azzurra - prima parte

Ogni anno aspetto che arrivi giugno (e l'estate) come quando da bambina aspettavo Natale per scartare i regali. Che delusione quando il tempo è così brutto, tutti i giorni, manco fossimo nella stagione delle piogge! "Voglio andare al mare!!" Ho qualche giorno libero, l'occasione è da prendere al volo, dobbiamo solo scegliere dove andare.

Mi andava bene un posto vicino, in Liguria per esempio. Ma c'è un ma:
1) In Italia i portali di prenotazione sono a dir poco arretrati, probabilmente si usa ancora prenotare telefonando direttamente all'albergo.
2) Ciò significa che bisogna conoscere l'albergo in questione.
3) Tra gli alberghi che ho trovato (cercando anche bed & breakfast, ostelli, ecc.) i prezzi mi hanno lasciata di stucco.

Ho spostato la ricerca dalla Liguria alla Costa Azzurra e ho trovato prezzi decisamente più abbordabili. La scelta è scontata, oltretutto è un posto che adoro.

La sfortuna ha tentato di mettersi in mezzo:
- a pochi giorni dalla partenza booking.com ci fa sapere che l'hotel ha rifiutato la carta di credito (e per forza, per una serie di altri sfortunati eventi eravamo senza e ne abbiamo usata una farlocca prepagata). Mando una mail direttamente all'hotel buttandomi un po' a pietà (trovare un altro albergo economico con così poco anticipo sarebbe diventato impossibile, tanto valeva andare in Liguria).
- Lore scivola e si rompe la spalla, tutore e prognosi di 25 giorni...chi ce l'ha mandata questa?

Decidiamo di fregarcene della sfortuna e partiamo lo stesso (abbiamo ricevuto anche risposta positiva dall'albergo), anche se per Lore andare al mare impacchettato nel tutore non deve essere il massimo della goduria...
Treno delle 7.30 da Porta Nuova preso al pelo, alle 13.10 eravamo a Juan les Pins.

Juan les Pins
Juan les Pins



Che giornata meravigliosa! Sole caldo, in cielo nemmeno una nuvola, piacevole venticello, odore del mare..... Sì, sono in vacanza! L' Hotel Courbet è a pochi minuti dalla stazione, ci danno una camera al 4° piano vista mare. Per gli standard degli alberghi 2 stelle francesi la camera è davvero spaziosa, il letto grande e comodo, e abbiamo addirittura il balcone con le sedie e il tavolo.


Juan les Pins
La vista dal balcone della stanza n°42 (Hotel Courbet)

Il tempo di sistemare la valigia, ci siamo messi il costume e siamo usciti. Juan les Pins è abbastanza piccola, una parte del centro è pedonale e ci sono negozi (ultra cari) e ristoranti (altrettanto cari). Il Casinò è la principale attrazione del posto, e davanti è un via vai di macchinoni con musica a palla e gente che se la tira un po' (qui l'eleganza è un concetto discutibile).


Juan les Pins
Juan les Pins - lungomare

Il lungomare è bello, anche se la spiaggia è stretta e per un lungo tratto ci sono solo strutture a pagamento, con ristoranti da cui arriva a tutte le ore un profumino di pesce alla griglia. Per trovare una spiaggia libera bisogna proseguire verso sinistra guardando il mare: ce n'è una bella grande, con le docce, i bagnini e i chioschi di panini. Naturalmente l'abbiamo scoperto tardi, e abbiamo passato il pomeriggio sul molo (dove c'è una spiaggia libera minuscola e affollata). Giusto per inaugurare il soggiorno ho pranzato con un buonissimo croque monsieur! Per cena un altro classico: fritto misto di pesce e cozze alla marinara!

Juan les Pins
Il cielo al tramonto (sono le 21.30 e c'è ancora tantissima luce)

Juan les Pins
Fritto misto

Juan les Pins
Pentolone di cozze alla marinara 



- continua -


Nessun commento:

Posta un commento

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.

(Mi trovo costretta a inserire temporaneamente il codice captcha per tenere a bada lo spam. Abbiate pazienza, lo tolgo appena riesco a risolvere il problema).


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...